Come scrivere un Curriculum Vitae che attiri l’attenzione

…e vi faccia ottenere subito un colloquio di lavoro

Se siete curiosi di scoprire come scrivere un Curriculum Vitae che attiri l’attenzione, state leggendo il post che fa per voi!

Oggi voglio trasmettervi la mia esperienza per quanto riguarda la redazione di un Curriculum Vitae vincente, attraente, che colpisca l’attenzione, che riveli davvero chi siete realmente e che faccia scattare, nel potenziale datore di lavoro, il desiderio di approfondire la vostra conoscenza. Deve, in altre parole, far percepire, immediatamente, a chi lo riceve, l’interesse di avere proprio voi nella squadra!

Di conseguenza, in questo articolo andremo a comprendere come redigere un CV chiaro ed esaustivo, unico e originale, che non finisca nella spazzatura e, sopratutto, che vi faccia ottenere un incontro frontale con chi potenzialmente potrebbe assumervi!

Se vi state, chiedendo come scrivere un Curriculum Vitae che attiri l’attenzione…ch e vi faccia ottenere subito un colloquio di lavoro, siete nel posto giusto al momento giusto! Leggendo oltre questo articolo troverete tutte le informazioni che vi servono per imparare a redigere un CV chiaro ed esaustivo.

Sappiamo che nessuno assume candidati semplicemente esaminando un Curriculum Vitae, per quanto ben scritto ed infiocchettato, tuttavia un Curriculum Vitae ben fatto ci dà l’opportunità di ottenere un incontro vis a vis, in cui poter dimostrare quanto valiamo; in altre parole, un Curriculum Vitae ben fatto ci dà la possibilità di vendere la nostra persona e di investire sulla nostra persona e ci dà l’opportunità di spenderci al meglio nonché di comunicare, in maniera convincente, che noi siamo proprio la persona per quel posto di lavoro (per cui ci stiamo candidando)!

Ma cosa si intende per Curriculum Vitae ben fatto?

 

come scrivere un Curriculum Vitae che attiri l’attenzione

 

Beh, non vi sono delle linee guida irremovibili e comprovate scientificamente a riguardo, tuttavia la mia esperienza empirica in materia mi è stata molto utile a ruguardo e mi ha permesso di capire molte cose su cosa il potenziale datore di lavoro si aspetta da te, quando legge il tuo Curriculum Vitae ben fatto.

Le indicazioni che ti riporto qui di seguito, sono, come vedrai, piuttosto generiche, motivo per cui sono assolutamente versatili  ed applicabili a qualsivoglia campo d’azione in quanto possono essere applicate a qualsiasi offerta di lavoro per cui vi state candidando, bene o male, in qualsiasi settore.   

Innanzitutto cominciamo con un quadro generale su come redigere un CV chiaro ed esaustivo solo apparentemente banale perchè, vi assicuro, per esperienza, che non tratterò questioni così scontate… Anzi, il colpo d’occhio (nel suo complesso) del Curriculum Vitae che andremo ad inviare, oltre a dire moltissimo su di noi e sulla nostra personalità, è, forse, la fase più ostica da superare ed è anche lo step che fa sì che il potenziale recruiter scelga o meno di prendere in considerazione la tua candidatura e, quindi, di proseguire con una lettura più approfondita e attenta del tuo CV

Riprendiamo, quindi, la domanda che ci siamo appena posti e cerchiamo di comprendere cosa si intende per un Curriculum Vitae ben fatto.

 

A mio avviso un Curriculum Vitae ben fatto è un documento che incarna le seguenti caratteristiche:

 

Caratteristica A.

è un documento chiaro ed esaustivo, che ripercorre tutto il tuo percorso, il tuo iter formativo e lavorativo;

 

Caratteristica B.

è un documento che fornisce al potenziale selezionatore tutta una serie di informazioni su di te, da cui si possono evincere, dalla lettura “delle righe” e “tra le righe” (scusate il gioco di parole, ma penso sia evocativo), i tuoi interessi, le tue passioni ed alcuni lati del tuo carattere che rappresentano informazioni potenzialmente utili al selezionatore (ad esempio, chi analizza il tuo Curriculum Vitae vorrà leggere tra le righe se sei una persona socievole, propensa al lavoro di squadra oppure se sei tendenzialmente indipendente, autonomo, sbrigativo, focus-oriented… e così via dicendo)

 

Caratteristica C.

è un documento diverso da tutti gli altri ed unico, originale ed assolutamente autentico, se pur professionale e composto (ricordati sempre che è un documento da sfoderare solo in occasioni formali quindi, se, attraverso il modo in cui scegli di redigere un CV chiaro ed esaustivo, da un lato deve lasciare trapelare la tua personalità ed il tuo carattere, dovrà comunque rispettare una certa compostezza di fondo, dovuta al luogo ed alle circostanze di riferimento);

 

Caratteristica D.

è un documento scritto con caratteri chiari e leggibili che non stanchino alla vista, con l’inserimento del grassetto laddove utile (affinchè le informazioni più rilevanti saltino bene agli occhi) con una grafica ed un’impaginazione piacevoli e pulite;

 

Come scrivere un Curriculum Vitae che attiri l’attenzione
Come scrivere un Curriculum Vitae che attiri l’attenzione

 

A mio avviso, redigere un CV chiaro ed esaustivo significa proprio rispettare questi punti sopra citati che permettono, davvero, di ottenere un Curriculum Vitae ben fatto che, con molte probabilità, ti farà ottenere, nell’immediato, un colloquio di lavoro per quel posto che tanto desideri! Presentando un documento del genere, che spicca dalla mischia, catturerai l’attenzione del selezionatore che, spinto dalla curiosità, vorrà conoscerti meglio e scoprire di più su di te.

E’ facile immaginare quanti siano le candidature ricevute ogni giorno dalle aziende e dai dipartimenti destinati alle assunzioni.

L’obiettivo principale, quindi, che ci dobbiamo prefissare nel redigere un CV chiaro ed esaustivo è proprio quello di rendere il nostro Curriculum Vitae unico e diverso rispetto ai tanti altri CV ricevuti dall’azienda per la stessa posizione per cui ci stiamo candidando anche noi, inviando al nostro selezionatore  un CV che emerga dalla mischia, attirando l’attenzione del potenziale recruiter, facendoci ottenere un colloquio di lavoro, dove spenderci al meglio!

Ecco, se ti stai chiedendo il perché continui ad inviare CV ma non vieni preso in considerazione e non vieni invitato a nessun colloquio successivo, queste prossime diritte potranno esserti molto utili per sbloccare questa situazione disarmante!

Davvero, non perderti d’animo! Non vieni escluso perchè non considerato idoneo o perchè manchi di capacità. Semplicemente non ti stai presentando nel modo migliore.

In questa guida, ti mostrerò alcuni trucchi per presentarti in maniera vincente! Attenzione!! Prima che tu mi fraintenda, ci tengo sottolineare un aspetto cruciale della faccenda: presentarti al meglio non vuol dire “mentire” o ingigantire qualche esperienza fatta o presunta tale. Anzi, questo sarebbe un gravissimo errore che comprometterebbe drasticamente la vostra credibilità. Mostrare la faccia migliore di sé, presentando un Curriculum Vitae ben fatto (e, quindi redigere un CV chiaro ed esaustivo!) vuol semplicemente facilitare il selezionatore nella lettura dello stesso facendoli balzare agli occhi il motivo per cui tu sei il candidato che sta cercando.

In altre parole, tutto questo significa:

  • Far saltare agli occhi del selezionatore le informazioni più utili ed inerenti alla posizione per cui ti stai candidando (mettiti nei panni del selezionatore ed analizza, freddamente, il tuo CV come se fossi un esterno: quali delle esperienze, riportate nel tuo Curriculum Vitae, ritieni più attinenti alla posizione per cui ti stai candidando e, quindi, più utili per permettere al selezionatore di farsi un’idea più o meno definita delle competenze che potresti già avere se assumesse proprio te?)
  • Rendere fluente la lettura con la scelta di una grafica pulita ed un font idoneo (la scelta del font, quando si vuole redigere un CV chiaro ed esaustivo, è una questione estremamente delicata, che richiede un’attenzione notevole, in quanto la scelta del carattere può influire, non solo sulla predisposizione alla lettura del soggetto, ma anche all’impressione istintiva che questi, inconsciamente, si forma su di noi. Di conseguenza, ti potrebbe essere molto utile leggere anche questo articolo in cui parlo di come scegliere il font ideale per rappresentare il tuo Brand)
  • comunicare il tuo fattore di unicità e, quindi, il motivo per cui tu sei diverso da tutti gli altri candidati ed il perchè dovrebbero scegliere proprio te (questo, che illustro ora, è solo uno degli esempi calzanti di errori che non dovresti commettere quando stai compilando il tuo CV ma siccome è un esempio lampante, ci tengo precisarlo: redigere il tuo Curriculum Vitae seguendo il modello Europeo, non si può considerare propriamente un errore, tuttavia è una forma di omologazione che ti renderebbe identico ad un’altra pletora di candidati…. non trovi? Come potrebbe emergere il tuo fattore di unicità su un documento identico a tanti altri?).

Ma ora, bando alle ciance e andiamo a vedere, nel pratico, come si scrive un Curriculum Vitae ben fatto, interessante ed esauriente e, quindi come si va a redigere un CV chiaro ed esaustivo che colpisca l’attenzione e che ci faccia ottenere subito un colloquio di lavoro! Cliccando qui, sul prossimo articolo, troverete alcuni utili consigli pratici su come scrivere un Curriculum Vitae efficace che convinca…e che vi porti dritto al colloquio di lavoro!

0 responses on "Come scrivere un Curriculum Vitae che attiri l’attenzione"

Leave a Message

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

top
© Silvia Belli Weddings & Events Development & Design by Web Brand. All rights reserved. In collaborazione con Silvia Belli Wedding Planner Torino.
P.IVA: 11300200018
X